Un oscilloscopio economico

Tra i vari strumenti utili per chi “smanetta” con l’elettronica, l’oscilloscopio è senz’altro uno di quelli più importanti.

Qualche settimana fa ho pensato quindi di dotarmi sia di un oscilloscopio (digitale) sia di un analizzatore logico di segnali (di cui scriverò in un altro post) dato che mi sarebbero stati utili per effettuare alcune verifiche sui “circuitini” che costruisco e, in alcuni casi, anche per fare reverse engineering/debug di altri circuiti.

Il requisito fondamentale era spendere poco, cercando di avere allo stesso tempo un dispositivo che soddisfacesse le mie (semplici) esigenze.
Nulla di così complesso, soprattutto considerato che non lavoro su progetti che utilizzano alte frequenze.

Dopo una veloce “ricerca di mercato”, ho acquistato (su Amazon, 30 euro) questo piccolo oscilloscopio prendendolo in “scatola di montaggio”, ovvero con alcuni componenti da saldare (una parte, quelli SMD, erano già presaldati):

Solo oggi, però, ho avuto il tempo e la voglia di finire di assemblarlo…
Avevo iniziato subito, appena arrivato, ma ho avuto qualche difficoltà nell’identificare correttamente le varie resistenze di precisione, in quanto molto piccole (la mia vista, non è più quella di una volta). Nel frattempo mi è sono fornito anche di un microscopio digitale (leggi questo altro mio appunto) ed oggi ho quindi dedicato una mezz’ora di tempo per completare l’assemblaggio.

Alla fine, il risultato è quello che mi aspettavo: un piccolo, comodo e funzionale strumento che posso metter via nel cassetto quando non mi serve, e con il quale posso effettuare facilmente semplici misure di segnali.

In questo video si può vedere l’oscilloscopio in funzione mentre effettuo la misura del segnale PWM in uscita dal un ricevitore LEGO IR Power Function 1.0, al variare dei comandi trasmetti dal telecomando abbinato:

Insomma, per 30 euro cosa si vuole di più? (Nota: sui markeplace cinesi si trova anche a meno, se non si ha fretta di riceverlo).
Tra l’altro, se non si ha voglia/tempo di saldare i componenti, c’è anche la versione “pronta all’uso” che costa praticamente uguale…. ovvero 4 euro in più, ma c’è da dire che include anche l’alimentatore 9v che nel mio kit non era presente.

Le caratteristiche dichiarate dal produttore (per me più che sufficienti, per l’uso che ne devo fare) sono le seguenti:

Larghezza di banda analogica: 0 – 200KHz Sensibilità: 5mV/Div – 20V/Div
Errore di sensibilità: < 5% Risoluzione: 12-bit
Impedenza di ingresso: 1M ohm
Tensione di ingresso massima: 50Vpk
Accoppiamento: DC, AC, GND
Trigger Position: 1/2 della dimensione del buffer fissata
Display: LCD TFT a colori da 2,4 pollici con risoluzione 320 x 240
Dimensione: 115mm X 75mm X 22mm Peso: 100 grammi

Sul sito del produttore JYE Tech sono disponibili ulteriori informazioni e il firmware aggiornato oltre ad un forum dove risolvere problemi tecnici o confrontarsi con altri utenti per modifiche/casistiche d’uso.
Volendo ‘smanettare’ c’è anche un firmware open source alternativo a quello della casa costruttrice 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *